LE MIGRAZIONI NEL MIRINO DELLA RICERCA ACMA

L’attività di ricerca dell’Associazione cacciatori migratori acquatici (Acma) condotta sulle migrazioni e sui comportamenti degli anatidi prosegue il suo cammino. La “stagione scientifica” è iniziata con la marcatura in Toscana di 6 germani (4 maschi e 2 femmine), una specie fondamentale da monitorare anche nel caso in cui non migri. E nelle prossime settimane proseguirà con il tentativo di catturare alcune folaghe e canapiglie per dare seguito alla ricerca iniziata lo scorso anno per queste specie. Da fine gennaio in poi l’attenzione invece verrà riservata anche ai beccaccini: la raccolta di queste informazioni nel corso degli anni ha consentito infatti di difendere la stagione venatoria agli acquatici dai diversi ricorsi fatti.

L’evidenza scientifica contro l’essere anticaccia ad oltranza. Fa parte della cultura venatoria cercare di apprendere il più possibile quali siano le abitudini e le caratteristiche delle prede cercate. Il mondo delle migrazioni non finisce mai di sorprendere ed affascinare. Così come quello della ricerca ha bisogno di essere sostenuto e lo si può fare attraverso versamenti sul conto corrente aperto a tale scopo: Iban IT42U0301503200000003556974, intestatario: Acma, causale: telemetria satellitare 2021.


Telemetria satellitare: la “stagione scientifica” di Acma è iniziata in Toscana con la marcatura di 6 germani – 4 maschi e 2 femmine – e proseguirà con il tentativo di catturare alcune folaghe e canapiglie.


Condividi l'articolo su:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.