I SOCIAL ALLA SCOPERTA DEGLI SPORT DI NICCHIA

Si dice che il web, nel bene e nel male, rappresenti lo specchio dei tempi e una finestra spalancata sul futuro. In particolare, alcuni social molto “giovani” e frequentatissimi come YouTube e TikTok riescono non solo ad intercettare con grande abilità e tempismo i gusti e le tendenze dei giovani, ma in un certo qual modo sono proprio loro a creare nuove visioni e nuove mode nelle quali i navigatori in erba si identificano con convinzione e partecipazione. In questi “luoghi” virtuali e privilegiati, frequentati regolarmente da centinaia di milioni di visitatori ogni giorno, nascono nuovi modi di vestire, di divertirsi e perfino di fare sport, facendo sempre l’occhiolino alle abilità fisiche e alle doti atletiche. Se tutto questo è vero, allora non è azzardato affermare che la Fidasc sia “un passo avanti” e già perfettamente in sintonia con quanto sta accadendo fra i teenager dei diversi sessi. Recentemente, infatti, cercando su YouTube alcuni filmati, per un puro e semplice caso mi sono imbattuto con grande stupore in una lunga serie di video aventi per oggetto il field target.

Filmati davvero sorprendenti con gare, tutorial e perfino insegnamenti di grandi campioni internazionali. Incuriosito, ho voluto per così dire approfondire e ho digitato “paintball”. Mi si è aperto un mondo fatto di centinaia e centinaia di riprese, moltissime delle quali in inglese e in altre lingue, a dimostrazione della valenza globale di questa specialità. E il bello (e, se vogliamo, la cosa insolita) è che, fra le migliaia di “like” (mi piace), non sono riuscito a trovare nemmeno un commento negativo! A questo punto ho voluto allargare la mia piccola ricerca e sono andato a fare una passeggiata anche nell’universo di TikTok. Inutile dire che anche in questo social, realizzato per far sbizzarrire la creatività tutta giovanile della community e che è attualmente l’applicazione più scaricata al mondo, superando Instagram e Facebook, sia il field target che il paintball si sono ritagliati spazi e attenzioni davvero sorprendenti. Tanto più sorprendenti in quanto vengono proprio da parte dei giovani e dei giovanissimi, che magari sono distanti un paio di generazioni dal tiro a palla ma che hanno trovato altri interessi sicuramente meno tradizionali ma altrettanto affascinanti.

Certo, la presenza delle nostre discipline e specialità sui social network come Facebook o Instagram non era sicuramente una novità: dallo sleddog all’agility, dal tiro con l’arco da caccia all’english sporting, ogni nostro sport ha sempre avuto la sua eco forte e stabile nella rete e sono certo che questo fatto abbia rappresentato e continui a rappresentare una delle ragioni della grande diffusione delle nostre specialità sportive. Ma è stata proprio la presenza delle due più recenti e giovani a rappresentare una sorta di certificazione di gradimento da parte di un pubblico nuovo e di atleti alla ricerca di uno sport divertente ed emozionante da praticare con buone prospettive di crescita e di affermazione, anche in campo internazionale. Così, dopo aver messo il sigillo e il logo su tantissime specialità sportive più note e tradizionali, come il tiro a palla o la cinofilia venatoria e dopo aver conquistato, in poco più di venti anni un palmares davvero entusiasmante, ora la Fidasc è un passo avanti ed è proiettata con grande passione nel domani e nel dopodomani. Con tante ragazze e ragazzi che si apprestano a diventare campioni.


“A caccia di sport”, di Felice Buglione, Caccia & Tiro 08/2022.


Anche nell’universo di TikTok, che è attualmente l’applicazione più scaricata al mondo, superando Instagram e Facebook, sia il field target che il paintball si sono ritagliati spazi e attenzioni davvero sorprendenti.


Condividi l'articolo su:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.