STEINER RANGER 8, IL CANNOCCHIALE CHE PUNTA DRITTO AL SUCCESSO

Chiunque guardi attraverso un prodotto ottico Steiner può percepire tangibilmente la passione, la tradizione e il fascino di una storia di successi che dura da oltre 70 anni. Risale invece al 2008 l’entrata del noto marchio tedesco nella grande famiglia del Gruppo Beretta. E a proposito di entrate, è recentissimo il lancio sul mercato del nuovo Ranger 8, cannocchiale da puntamento che colpisce per l’eccezionalità del suo campo visivo, per l’estrema versatilità d’uso e per una trasmissione della luce pari al 92%. Combina una perfetta qualità ottica ad una meccanica affidabile, a cui si affianca la proverbiale robustezza dei prodotti Steiner. I modelli Ranger 8 2-16×50, 3-24×56 e 4-32×56, commercializzati in Italia, sono dotati di serie della torretta balistica “BT” che facilita i tiri a lunga distanza: clic delle torrette ancora più netti, udibili e precisi per tiri sempre ripetibili, un’ergonomia perfetta per una regolazione ad hoc anche indossando i guanti, 4 diversi anelli numerati per impostare 4 distanze di impatto e andare a segno in maniera sempre più semplice e rapida. Il Ranger 8 è provvisto inoltre del sistema Zero Mode per bloccare la torretta sulla prima distanza di taratura. Nemmeno le temperature più estreme, da -25°C a +63°C, limitano la funzionalità delle parti meccaniche interne ed esterne. Un altro segno distintivo di questo cannocchiale è il punto luminoso con tecnologia “fiber dot” che assicura una regolazione fine su 11 diversi livelli di intensità.


I modelli Ranger 8 2-16×50, 3-24×56 e 4-32×56, commercializzati in Italia, sono dotati di serie della torretta balistica “BT” che facilita i tiri a lunga distanza. Il sofisticato sistema ottico vanta uno zoom 8x.


Condividi l'articolo su:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.