RECINZIONI ELETTRICHE A DIFESA DEL BESTIAME NEL PARCO NAZIONALE DOLOMITI BELLUNESI

Il Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi ha recentemente consegnato a 29 piccoli allevatori amatoriali di bestiame operanti nei 15 Comuni del comprensorio altrettante recinzioni elettrificate per proteggere i loro capi dai lupi. Si tratta di un’iniziativa scaturita dal fatto che la coesistenza tra questi grandi carnivori e le attività di allevamento non riguarda solo gli operatori professionisti ma anche chi mantiene, a scopo amatoriale, pochi animali e che spesso sono proprio questi piccoli allevamenti, non adeguatamente protetti, i più esposti al rischio di attacchi.
Il Parco ha perciò acquistato le recinzioni costituite da un kit contenente una batteria e un pannello solare necessari ad alimentare l’elettrificatore e da 250 metri di rete antilupo alta 145 centimetri.

Dopo aver fornito strumenti di prevenzione degli attacchi da lupo agli allevatori professionisti – ha dichiarato il presidente del Parco, Ennio Vigneabbiamo ritenuto indispensabile aiutare anche chi detiene pochi animali a scopo amatoriale e contribuisce così alla manutenzione dei nostri territori. Realizzare la coesistenza tra presenza del lupo e attività umane in montagna è una sfida impegnativa ma che si può vincere, attraverso azioni concrete come la fornitura di idonei strumenti di prevenzione dei danni, la formazione degli operatori, la raccolta e la divulgazione di dati scientifici rigorosi”.

Quanto sin qui sottolineato, rientra nel novero di quelle attività che il Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi sta portando avanti grazie al progetto internazionale LIFE WolfAlps EU, che ha l’obiettivo di migliorare la coesistenza fra lupo e attività umane a livello di popolazione alpina e del quale il Parco è uno dei partner italiani. Per chi opera nei Comuni che non fanno parte del Parco sono in corso di definizione degli accordi tra Parco e Regione per avviare iniziative analoghe in tutto il territorio provinciale. Questa azione non si esaurisce con la consegna dei recinti in comodato gratuito, nelle prossime settimane sono infatti previsti incontri di formazione sul corretto utilizzo dei mezzi di prevenzione e sopralluoghi di tecnici del Parco presso le aziende, per verificare l’efficacia delle recinzioni installate.


Il progetto internazionale LIFE WolfAlps EU ha l’obiettivo di migliorare la coesistenza fra lupo e attività umane a livello di popolazione alpina e il Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi è uno dei partner italiani – Foto LIFE WolfAlps EU


Condividi l'articolo su:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.